Andrea di Giovanni - Sito web ufficiale

I’ll Take Care Of Myself

Questo è il primo articolo del mio blog, che nasce ora, proprio in occasione dell’uscita di I’ll Take Care of Myself, il mio nuovo singolo, il primo passo del mio nuovo progetto, Soultrip, l’Ep che uscirà a luglio.

In questo blog voglio potervi raccontare di me, della mia musica, delle ispirazioni che man mano mi verranno, riflessioni e suggestioni varie… una sorta di diario di viaggio da condividere con voi. E ho deciso di cominciare da I’ll Take Care Of Myself, raccontandovi un po’
la storia di questa canzone, come, quando e perché è nata.

L’ho scritta in un momento in cui mi trovavo a vivere una relazione di amicizia molto forte con quella che oggi è la mia attuale ragazza; mi preoccupavo molto spesso più di lei che di me stesso, al punto da auto-annullarmi completamente.
In qualche modo la mia vita aveva un senso, io sentivo di esistere nel momento in cui mi sentivo riconosciuto, importante. Più mi concentravo su di lei, più le dedicavo tempo ed energie, più soddisfacevo quel bisogno di sentirmi indispensabile per lei.
Ma non mi accorgevo che per fare questo stavo dimenticandomi di me, mi stavo auto-distruggendo.

Mentre scrivevo questo pezzo ero arrabbiato, triste ma con una grande voglia di rivalsa.
Non ce la facevo più ad essere l’ombra di qualcun altro, ero stanco di correre a vuoto e intorno
a quello che era il problema principale: sentirmi importante.

Con questo brano voglio condividere quello che ho imparato:  che per prendersi cura di qualcuno in modo sano bisogna essere in grado prima di prendersi cura di se stessi,  di scegliere quello che va bene per noi e allontanare quello che ci fa male,
senza farci condizionare dalla paura di perdere qualcuno.

ill-take-care-of-myself-andrea-di-giovanni

 

I’ll Take Care Of Myself è un brano che ho scritto per tutti coloro che come me
si sono trovati nella loro vita di fronte a una delle lezioni più difficili
da accogliere e apprendere: prendersi cura di se stessi.

Ho capito che per amare veramente qualcuno ed essere capace di costruire una relazione sana,
avevo bisogno di imparare ad amare e rispettare me stesso. Questo è il punto da cui ho (ri)cominciato
per guardarmi dentro e raggiungere una diversa consapevolezza di me. Questo mi ha permesso di conoscere, riconoscere e accettare le mie fragilità. Questo è il motivo per cui ho scelto anche per la copertina di I’ll Take Care of Myself un’immagine dove fosse visibile la vitiligine,
una rara malattia della pelle che ho e che è stata anche causa di atti di bullismo ai tempi della scuola.

Avevo perso la fiducia in me stesso. Ora posso dire che ho iniziato a vederla come un aspetto distintivo e caratteristico della mia personalità, un punto di forza.

I’ll Take Care of Myself è una canzone electro/pop, un genere a cui sono arrivato gradualmente sperimentando. Anche questo fa parte del mio percorso di crescita personale oltre che artistica, alla ricerca di chi sono e chi voglio essere. Sono passato per il Soul, R&B, Pop, Funky… ho sperimentato e mi sono sperimentato tanto. Poi, in quest’ultimo anno, nelle mie ricerche musicali, mi sono innamorato
di due artisti britannici: Sam Smith e Jess Glynne.

Sam Smith mi è sempre piaciuto per la sua capacità di raccontarsi in modo semplice e diretto,
non usa metafore o figure retoriche, ti mette il suo cuore in mano;

Jess Glynne mi ha colpito soprattutto per il suo sound, arrangiamenti in stile anni ’80 con un tocco
di elettronica moderna, capaci di farti ballare ma mai banali e con un incredibile uso delle dinamiche.

Io compongo tutto sempre con il piano, ho voluto provare a confrontarmi con il mondo electro-pop e lo ho trovato divertente prima di tutto e poi
molto stimolante a livello artistico!

Così come è stato stimolante lavorare con Marco Casaluce, un giovane produttore italiano che vive a Londra, per cercare quei suoni che avevo in mente per l’arrangiamento.

Ti ho raccontato un po’ la storia e il percorso che mi ha portato a quello che è oggi
I’ll Take Care of Myself. Ecco il testo:

I SAW YOU STEPPING OUT OF MY LIFE

I CAN’T PRETEND YOU WERE MAKING ME DIE

I’M NOT A PUPPET I CAN’T LIVE LIKE THIS

YOU CAN BE THE RULER, CAREFUL, ‘CAUSE YOU HIT & MISS

I LOOK AROUND AND ALL I CAN SEE
IS YOUR SHADOW BEHIND ME

I CAN’T BREATH, I CAN’T SPEAK
THIS IS YOUR DESTROYING TECHNIQUE

ROUND AND ROUND AND ROUND WE GO

TO FILL THIS EMPTY GAP INSIDE OUR SOUL
RUNNING RUNNING RUNNING TILL WE REACH THE GOAL
EVEN WHEN IT DOESN’T MATTER ANYMORE

AND I’M NOT
I’M NOT
THE ONE NIGHT STAND

PLEASE STOP TO PRETEND THAT OUR LOVE IS SO STRONG
AND THAT NOTHING, NOTHING CAN GO WRONG

AND I’M NOT, I’M NOT A LOOSING GAME
BUT FROM LOVE I JUST CAN’T REFRAIN

I PROMISE MYSELF I WON’T DO THAT AGAIN
I SWEAR, I’LL TAKE CARE OF MYSELF

I’LL TAKE CARE OF MYSELF (X3)

NOW THAT EVERYTHING SEEMS ALRIGHT

I SEE THINGS CLEAR, I SEE THEM BRIGHT

I CHANGED MY MIND, ONLY RELEASE INSIDE

ROUND AND ROUND AND ROUND WE GO…

AND I’M NOT…

ROUND AND ROUND AND ROUND
RUNNING RUNNING RUNNING
SAY ROUND, SAY ROUND

AND I’M NOT, I’M NOT A LOOSING GAME…

Se vuoi puoi ascoltare I’ll Take Care of Myself su Spotify o acquistarla su iTunes.

Tutti i contenuti di questo sito sono proprietà di © 2016 Andrea Di Giovanni / Credits: slevin.it / Photo Credits: Barbara Gallozzi - Studio Fotografico Imag&vents Privacy Policy